>!-- End WMT -->

Blog

Perdere i capelli. Perchè?

Saperne di più per contrastare efficacemente questo problema di salute,che ha forti ripercussioni sulla salute e sul benessere.

Quello che comunemente si intende per capello  in realtà è solo la parte esterna all’epidermide, ossia lo stelo; la radice, che ha la funzione di formare lo stelo, è impiantata nel derma all’interno del “follicolo pilifero”,dove termina con un ingrossamento: il bulbo del pelo; nel follicolo pilifero sbocca anche una ghiandola sebacea. Il numero di capelli è in media  100.000.  Persone con: i capelli biondi 150.000,i capelli neri 110.000, i capelli castani  100.000, i capelli rossi 75.000.   La crescita giornaliera è di 0.3 mm, la crescita mensile di 1 cm. La vita (in anni) 2-5. Il colore dei capelli è  determinato dalla melanina e dipende da fattori ereditari. In seguito alla diminuzione della produzione di melanina con l’avanzare degli anni si assiste alla crescita di capelli bianchi, privi di melanina. Sul cuoio capelluto giornalmente crescono nuovi capelli, mentre altri cadono secondo un determinato ciclo che si perpetua nel tempo. II ciclo di crescita del capello consta di tre fasi:  Fase anagena: è la fase più lunga e ha una durata variabile dai 2 ai 5 anni; circa I’80% dei capelli si trova contemporaneamente in questa fase.  Fase catagena: detta anche distrofica, è la fase più breve del ciclo e dura circa 14 giorni; è caratterizzata dal “pelo a clava”. Fase telogena: in questa fase il pelo a clava viene espulso dal nuovo capello; essa dura circa 3 mesi e segna l’inizio di un nuovo ciclo. Pertanto perdere in modo costante un certo numero di capelli è. fisiologico (circa 50-100 / giorno). In caso di una caduta eccessiva dei capelli si parla di disturbi del ciclo dei capello. L’alopecia è una condizione di diminuzione visibile dei peli in zone cutanee che normalmente ne sono ricoperte ed in particolare a livello del cuoio capelluto. Le alopecie possono essere distinte in cicatriziali e non cicatriziali. Le alopecie cicatriziali derivano  spesso da processi infiammatori del cuoio capelluto (infezioni o infiammazioni), ma anche da altre lesioni cutanee (ferite, ustioni, abrasioni, alcune parassitosi, tumori). Se la radice del capello è danneggiata il processo è irreversibile.  Le alopecie non cicatriziali sono dovute ad un disturbo del ciclo di crescita del capello con conseguente riduzione della fase di crescita. Esse possono essere suddivise in:  Alopecia androgenetica  : è la forma di alopecia più frequente, sia nell’uomo sia nella donna. Esistono due tipi: nel tipo “maschile” (più frequente nei maschi) il diradamento inizio nelle regioni temporale e occipitale con estensione alla sommità del capo; nel tipo “femminile” (più frequente nelle donne) è localizzato solo alla sommità della testa.  Nell’uomo la perdita dei capelli inizia già prima dei 20 anni con una stempiatura, nella donna dopo i 30 .Tra le donne di mezza età il 20% è colpita da questa alopecia, dopo i 70 anni la percentuale supera il 70%. Il processo è progressivo con decorso graduale e andamento a poussés : fasi di caduta dei capelli (legate a squilibri ormonali e a fattori stagionali) si alternano a fasi in cui questa si stabilizza. All’origine c’è una predisposizione ereditaria: questo tipo di alopecia si riscontra quindi anche in presenza di quantità normali di androgeni. Devono però sempre essere escluse cause di ipersecrezione patologica di ormoni maschili (es.: tumori). II meccanismo d’azione della calvizie “maschile” è determinato dal testosterone, che a livello del follicolo pilifero  causa un restringimento; ciò comporta dapprima la crescita di peli fini e fragili (peluria) e in seguito l’arresto della formazione dei capelli.  Nella donna in menopausa la riduzione della produzione di estrogeni crea uno squilibrio a favore degli androgeni, che portano alla caduta dei capelli; è pertanto importante in questa fase della vita seguire un trattamento sostitutivo adeguato, con sostanze vegetali naturali che senza arrivare ad una vera e propria terapia ormonale, agiscono efficacemente con meno rischi ed effetti collaterali.  L’alopecia androgenetica si manifesta con una caduta giornaliera di capelli superiore a 100, presenza maggiore di capelli sottili, opachi, secchi, fragili nelle sedi sopra riferite. Il 90% dei soggetti  nota la caduta eccessiva come primo sintomo.  Il 50% se ne occupa per i problemi di immagine ed estetica. II 40% chiede aiuto ai dermatologi, il 45% ai parrucchieri e il 15% ai farmacisti. Alopecia diffusa: è la forma di alopecia in cui si verifica una eccessiva caduta di capelli a carico di tutto il cuoio capelluto, per lo più dovuta a modifiche dello stato di salute generale, dell’equilibrio ormonale e dell’alimentazione, ma anche come conseguenza di febbre alta o interventi chirurgici, di stress, di carenza di ferro, disturbi tiroidei, malattie infiammatorie reumatiche croniche, neoplasie, infezioni; assunzione di medicamenti, chemioterapia e terapia radiante. Alopecia areata : è la perdita di capelli a chiazze. In questo tipo di alopecia i capelli ricrescono dopo diverse settimane fino a diversi mesi; in altri casi l’alopecia può progredire fino alla calvizie totale e protrarsi per diversi anni. È una malattia che presenta un’elevata recidività. La diagnosi di alopecia viene posta in seguito ad un’anamnesi approfondita che includa: l’inizio della caduta dei capelli, la sua durata ed estensione, disturbi della salute attuali o passati, stress psicologici, assunzione di medicinali, trattamenti ormonali. È in ogni caso necessaria una analisi del capello , esame microscopico di fruscoli di cuoio capelluto, esame delle unghie e dell’epidermide in generale. La terapia non ha effetti immediati. II trattamento si avvale di sostanze ad uso topico o per via orale rigeneratori dei capelli, soprattutto naturali, ricche di vitamine, sali minerali ed amminoacidi. Nella alopecia androgenetica, una volta individuati ed eliminati i fattori che potrebbero determinare un peggioramento clinico, tutte le terapie hanno un’efficacia limitata al periodo di trattamento: la sospensione della cura coincide quindi con la ripresa della caduta dei capelli, mentre durante il trattamento si ottiene una certa stabilità.

Top

Lascia un Commento

Required fields are marked *.


Top

Ti possiamo aiutare. Chiamaci+39.010.84.44.134

Rimani in contatto con noi, non te ne pentirai!